Cerca

Lefkes


Lefkes è un paesino tradizionale cicladico, montano. Sorge adagiato ad un’altitudine di 250 metri, a forma di croce, proprio al centro dell’isola. Dista 10 km dal porto di Parikià, il capoluogo. È circondato da piccole estensioni forestali, oliveti e vigneti. Tra queste, caratteristica è la sua fitta pineta che copre un lato del paese. Sulle cime delle colline circostanti, sono ubicati nove mulini a vento, di cui due sono stati ristrutturati e trasformati in abitazioni, i restanti sono in rovina.

Su una collina, ad ovest del paesino, si trova la cappella dedicata al Profeta Elia. Proprio dietro a questa collina, sorge il monte più alto dell'isola, di 771 metri circa di altezza, sulla cui cima è situata anche la chiesa di Aghii Pantes, oltre agli impianti della Telecom greca (OTE) e di produzione di energia eolica.

Ad est, una veduta indisturbata del bacino marino di Paronaxià, distante 5 km. L’ambiente naturale di Lefkes si estende verso sud, fino alla zona costiera di Aspro Choriò e Glyfes. 


DenominazionePopolazione

Inpassatoefinoal1912, Lefkesera, dalpuntodivistaamministrativo, unComunechiamato "ComunediYria", edunapopolazionedi 2500 abitanticirca. In seguito, è stato chiamato Lefkes dal colore bianco (n.d.t.: in greco lefkos significa bianco) dell’abbigliamento tradizionale dei suoi abitanti (cappello bianco e salvari larghi bianchi) e degli altissimi pioppi del paese (n.d.t.: in greco lefki significa pioppo). Attualmente, la popolazione stabile è di circa 850 abitanti, ma durante i mesi estivi questo numero si moltiplica.

Caratteristiche particolari

Il paesino di Lefkes conserva il suo intenso carattere tradizionale. Camminandoperlestradedelpaese:

  • Si possono vedere dappertutto esempi dell’architettura e della scultura popolare tipica su porte, archi a volta, facciate di chiese.
  • Si possono incontrare stradine e vicoletti pittoreschi con antiche lastre di marmo a spina di pesce, imbiancate con la calce tutto perimetralmente.
  • Si possono ammirare i tradizionali piedistalli (pezoules), da cui si diffondevano le notizie in tutto il paese.
  • Si possono ammirare i pittoreschi cortili e balconi fioriti, le vecchie e piccole casette molto graziose, ma anche quelle nuove con il loro intenso colore insulare, ed edifici neoclassici.
  • Le stradine strette e in dislivello, con numerosi scalini, rendono l’abitato inaccessibile ai veicoli. Così, in quest’atmosfera pulita, senza gas di scarico inquinanti, e il silenzio dell’ambiente circostante, il trekking diventa un’attività molto piacevole.

Ma lì dove camminare diventa più di un piacere, è il percorso lungo la strada bizantina lastricata in pietra grezza. Le piazze e i punti aperti del paesino sono ospitali per riprendere fiato dopo le salite e le discese. È proprio in questi punti che si gode della serenità tanto desiderata, che si respira aria pura ricca di ossigeno. Particolarmente pittoresca è la piazza principale del paesino, punto di riferimento dei suoi abitanti, tra i quali si prova tanto calore ed amicizia. 


Caratteristiche particolari

Il paesino di Lefkes non è famoso solo per la sua pittoricità ed il suo clima salubre e secco, ma anche per la sua pulizia e per l’ospitalità, la dignità e la gentilezza dei suoi abitanti che parlano un dialetto particolare (soprattutto i più anziani).

Prodotti

Lefkes è un paesino montano per eccellenza, e quindi povero. I suoi prodotti sono quelli tipici di montagna, che non sono sufficienti neanche a coprire il fabbisogno locale. Per questo motivo, molti sono emigrati e così il paesino si è ridotto notevolmente. I prodotti principali sono l’olio, il vino, l’ouzo (che gli abitanti di Lefkes chiamano “souma” ed è un prodotto tradizionale), l’uva, i fichi (tradizionali sono quelli detti “samotà”), l’aceto ed i prodotti d’allevamento.